Cougar34/ Luglio 3, 2018/ Elaborazioni/ 0 comments

Modificare lo Squish

Modificare lo squish serve a poter sfruttare al meglio questo effetto ed aumentare l’efficienza del motore, qui vi spiegherò come fare.

Lo squish ha molteplici fattori positivi che troverete qui:   Cos’è lo Squish

Per modificarlo ci serve, per prima cosa, sapere che valore abbiamo “standard”, per sapere come fare leggere qui: Come misurare lo Squish

L’area di squish deve essere perfettamente parallela al cielo del pistone, se così non fosse si può modificare l’area di squish sulla testata dandole la forma del pistone: apportando anche materiale tramite saldatura, o modificando il pistone. Per fare queste modifiche serve un tornio o una fresa, a mano non si può fare perché bisogna avere grandissima precisione dell’ordine del decimo di millimetro

L’area di squish deve avere l’estensione di circa il 40% dell’area del cilindro, per dare il massimo degli effetti positivi. Su motori da competizione l’estensione dell’area di squish può raggiungere anche il 50%.
Questo per quanto riguarda i 2 tempi è molto più facile da ottenere.

Area di squish testata 2tempi

Nelle testate dei motori a 4 tempi avere questi valori di area di squish è inimmaginabile per via della presenza delle valvole.

Sui 2 valvole per cilindro si riesce con difficoltà ad arrivare al 25% 

Sui 4 valvole per cilindro la situazione è ancora peggiore. Come potete notare in queste foto.

Testata Motore 4 tempi 4 valvole per cilindro

Area di squish 4t 4v

Riuscire a guadagnare anche solo il 2% fa solo bene al nostro motore a livello di performance e ad allontanare ulteriormente il pericolo di detonazione.

Nel riuscire a fare un’area di squish buona si vede la bravura del preparatore.

Adesso dobbiamo pensare innanzitutto che per diminuire il nostro valore di squish abbiamo 5 strade:

1 – Montare un albero con corsa maggiorata (il pistone farà più corsa e quindi arriverà più in alto al punto morto superiore, in questo caso vi è anche un aumento della cilindrata del motore)

2 – Mettere una biella più lunga (la corsa è invariata, ma il pistone avrà un Punto morto inferiore e superiore più in alto)

3 – Montare pistone/i più alti (stesso discorso della biella più lunga)

4 – Spianare il cilindro, o monoblocco dipende dal motore (Comporta una diminuzione dell’altezza della camera di combustione: Il pistone si avvicina di più)

5 – Abbassar la testata. (Stesso discorso di spianare il monoblocco)

6 – Apporto di materiale nel cielo della camera di scoppio.

Il valore stradale di squish si aggira sui 0.04mm per mm di alesaggio, mentre il valore per motori preparati per il motorsport si aggira sui 0.02mm per mm di alesaggio.
Si può scendere anche sotto ma solo su motori che vengono smontati e controllati maniacalmente: da competizione.

Prendiamo come esempio le testate sopra riportate, la prima è una testa di un 2 Tempi di una vespa e poi la testata 4 Tempi 16 valvole che appartiene ad una FIAT barchetta.

Nella vespa, con quella testata il valore di squish standard era di 2.3 mm, spianando la testata di 1.2 mm si è arrivati ad un valore di 1.1 mm. Semplice matematica.
Nella testata della FIAT il discorso si complica perché, come si può notare dalla foto, l’area di squish è sul piano di appoggio della testata sul basamento, quindi spianare la testa aumenterebbe solo il rapporto di compressione, ma non il valore di squish, quindi per modificarlo bisogna intervenire diversamente, per esempio spianando il blocco.

Una volta modificato lo squish, bisogna ricalcolare il rapporto di compressione perché è facile andare oltre, a questo punto va lavorata la testata nel centro per recuperare cubatura ed abbassare di conseguenza il rapporto di compressione.

Dove lavorare testata per diminuire rapporto di compressione

 

Una volta per avere un bel valore di squish 0.7 mm mi sono ritrovato ad avere come rapporto di compressione 16:1 e questo rapporto non va assolutamente bene.

COME MISURARE IL RAPPORTO DI COMPRESSIONE

Torna alla sezione ELABORAZIONI

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*