Cougar34/ Ottobre 10, 2018/ Manutenzione e Fai da te/ 0 comments

Come Revisionare/rigenerare il silenziatore

Il vostro scarico sportivo è diventato troppo rumoroso, ha decine di migliaia di km sulle spalle?
In questo articolo vi dirò Come Revisionare/rigenerare il silenziatore del vostro scarico.

Rigenerare il silenziatore serve per mantenere in piena efficienza lo scarico e mantenere alte le prestazioni del motore.

Per sapere come è fatto uno scarico sportivo leggi qui: L’articolo sullo scarico sportivo.

Deteriorandosi il silenziatore perde le sue caratteristiche e oltre a fare più rumore il motore andrà meno.
I monocilindrici, per esempio gli enduro specialistici, soffrono molto il deterioramento del silenziatore, la cosa non va a genio neanche agli altri tipi di motore, quindi qualsiasi moto abbiate il discorso vi interessa.

Cos’è che si deteriora e come risolvere:

Lo scarico sportivo, come ho già descritto nell’articolo sopra linkato, ha attorno alla canna forata interna ( detta mitragliata) del materiale fono assorbente, che col passare dei km viene bruciato ed espulso dalla marmitta  ( diciamo che ogni 15-20.000 km lo scarico andrebbe aperto e revisionato, però dipende dal tipo di silenziatore, dall’uso e dal motore ).

L’operazione di rigenerazione non è complessa: basterà rimettere il materiale fono assorbente, e per fare questo bisogna aprire tutto il silenziatore, come?  Adesso vediamo come si fa.!

Per revisionare lo scarico dobbiamo innanzitutto smontarlo dalla moto, e munirci di trapano, rivetti (di solito sono da 5 mm) e rivettatrice , buone punte da ferro delle misure da 4 – 5 – 8 mm, e lana di roccia o vetro o ceramica, l’importante è che sia a filamenti lunghi. I filamenti corti si perdono dallo scarico molto facilmente e quindi vi trovereste con la marmitta da revisionare nuovamente dopo 5.000 km anche meno.

Il materiale fono assorbente specifico per silenziatori la Akrapovic ed altre fabbriche lo fanno, ma vi costerà molto, però si può risparmiare qualcosa usando materiali isolanti di alta qualità per l’edilizia, come la lana di roccia che costa molto meno.

Con la marmitta sul banco di lavoro possiamo iniziare a trapanare i rivetti che lo tengono sigillato.

Si parte con la punta grande per far saltare via la parte anteriore dei rivetti,poi con la punta più fina per rimuovere completamente il rivetto, non vi preoccupate se i rivetti trapanati cascano dentro lo scarico. 

Una volta tolti tutti i rivetti si aprirà la fascia metallica e potete scoppiare lo scarico sfilando il collettore ed in fondello dal fodero, ricordate come erano messi, perché dovrete rimettere tutto nello stesso identico modo ( per aiutarvi potete fare delle linee di riferimento con l’uniposca sul fodero e sul fondello.)

Quando lo aprirete vi troverete davanti il materiale fonoassorbente sopravvissuto e la canna mitragliata, non vi resta che avvolgere strettamente il nuovo materiale, quello che avete comprato, e metterne abbastanza da riempire tutto lo spazio nel fodero.

Per aiutarvi a tenere la lana ben compatta e salda alla canna mitragliata potete usare un filo sottile da cucito, in cotone va benissimo, perché probabilmente si brucerà ma essendo sottilissimo non darà alcun problema, aiutandovi invece molto a tenere il materiale fono assorbente ed isolante ben fermo quando rimonterete il silenziatore.

Per evitare che si disperda troppo facilmente la lana di roccia che ho comprato,  ho messo un primo strato di stuoia di vetro a grana grande ben avvolta attorno alla canna mitragliata e legata anche essa col filo di cotone.

Aggiunto tutto il nuovo materiale fono assorbente, a questo punto, tenendo in considerazione la misura del fodero, dovete infilare la canna mitragliata con tutti gli avvolgimenti nel fodero. L’operazione comporterà un minimo di sforzo dato dal materiale fonoassorbente che ha il vizio di espandersi, se dovesse infilarsi il tutto nel fodero senza dare problemi,avete avvolto poco materiale fono assorbente. E’ possibile che per chiudere lo scarico alla fine dobbiate usare le maniere forti: un pezzo di legno da appoggiare sullo fondello per batterci sopra col martello, con perizia, vi aiuterà e non vi lascerà segni sulle vostre preziose marmitte. Attenti al carbonio che è bello quanto fragile.

Nella parte alta è facile che vi troviate con dello spazio libero, niente paura, tagliate dei pezzi e riempite il tutto spingendo un po’ con il materiale fono assorbente per riempire bene tutto prima di finire il lavoro.

Adesso vi basterà far combaciare tutti i fori del piattello/fondello con quelli del fodero.
Per mettere ben in asse fondello e canna mitragliata potete aiutarvi con un pezzo di legno.Adesso rivettare lo scarico come da originale ricordandovi di mettere le fascette metalliche prima.

Godetevi il vostro scarico rimesso a nuovo.

Torna alla sezione MANUTENZIONE

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*