Utilizzo del camelbak in moto

Cougar34/ Giugno 28, 2019/ Test e Prove/ 2 comments

Utilizzo del camelbak in moto

Dato il caldo di questi giorni mi sono comprato un camelbak da mettere nello zaino e con l’occasione vi spiego un semplice trucco per utilizzare al meglio il vostro camelbak e non bere un’acqua che sappia di gomma o silicone.

Questa cosa mi è accaduta nella fretta di provarlo, e giuro che è veramente disgustosa.

Iniziamo col dire che il camelbak è veramente una ‘mano santa’ se si fa un bel giro in moto: ti accosti un attimo, dai due sorsi d’acqua e riparti subito senza doverti togliere i guanti, il casco, lo zaino dalle spalle, prendere la bottiglia d’acqua al suo interno e poi rimettere la bottiglia nello zaino, rimettere lo zaino sulle spalle, indossare il casco ed i guanti.
Con queste temperature che lambiscono i 40 gradi, in moto, vestiti giustamente con l’abbigliamento tecnico e le protezioni, si suda moltissimo e ci si disidrata velocemente.

La prima volta che l’ho usato l’ho sciacquato abbondantemente, riempito di acqua fresca e messo dentro una sacca termo isolata per mantenere l’acqua più fredda il più a lungo possibile.

Tutto contento sono uscito, ma mi sono accorto dopo pochi minuti che l’acqua diventava sempre più imbevibile, assumendo un sapore di gomma veramente disgustoso.

Ho allora provato un vecchio trucco suggeritomi da un mio carissimo amico.
Il trucco consiste semplicemente nel lavare la vescica con dell’acqua tiepida, non calda ne fredda, e due bicchieri di bicarbonato dentro. Si lascia il camelbak riempito con questa acqua tiepida e bicarbonato, ogni tanto smuovendolo per bene, circa una mezz’ora. Passato questo lasso di tempo si sciacqua abbondantemente e si riempie la vescica con l’acqua da bere. Se la vescica è nuova il lavaggio deve essere fatto due volte di seguito.

Devo dire la verità, dopo i due lavaggi l’acqua si è mantenuta ottima per tutto il tempo del giro, ma una volta tornato a casa mi sono dimenticato di svuotare il camelbak, me ne sono accorto il giorno dopo ed il sapore si era guastato, ma non quanto la prima volta.
Quindi, a prove fatte, con questo semplice lavaggio l’acqua sarà tranquillamente utilizzabile nell’arco di tutta la giornata.

Un consiglio che vorrei darvi anche è che quando preparate il camelbak o la vescica, la frusta bloccatela con uno o due moschettoni o elastici sullo spallaccio dello zaino così non vi darà alcun fastidio mentre andrete in moto.

Una volta svuotata la vescica, deve essere lasciata asciugare senza che le pareti interne si tocchino come anche quando la riporrete via. Per evitare questo ho messo dentro un barattolo di vetro del pesto così da mantenere la sacca “gonfia” anche con il tappo aperto e quindi facendo circolare liberamente l’aria.

Fatemi sapere dopo averlo provato se vi ha reso il viaggio sotto al sole estivo più piacevole….io mai più senza!!

Torna alla sezione TEST E PROVE

Share this Post

2 Comments

  1. si può anche lavarlo con acqua e limone oltre il bicarbonato.
    Io ho trovato fastidioso il bere, che con i denti devi schiacciare la valvola e contemporaneamente succhiare, non so se era il mio modello o sono così concepiti

    1. Con il mio non trovo così duro da doverlo mordere, ma ovviamente un minimo di pressione per bere va fatta e tutti sono fatti più o meno così

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*