Olio motore e Specifiche

Cougar34/ Maggio 21, 2018/ Tecnica/ 0 comments

Olio motore e Specifiche

L’olio motore è l’angelo custode del mostro motore.

Molti di noi ci siamo chiesti almeno una volta nella vita cosa sono quei numeri e sigle nelle specifiche dell’olio motore, il così detto SAE, e che cosa è quel W vorrà dire evviva? Vuol dire Winter.
In realtà il discorso è molto semplice: Il numero prima della W è da ritenersi la viscosità a basse temperature mentre il seguente è la viscosità ad alte temperature. Chiaro? Non credo completamente.

Allora cerchiamo di fare un passo alla volta.

La viscosità è la grandezza fisica che indica le resistenza che un fluido ha nello scorrimento, per farvi un esempio provate con una cannuccia ad bere dell’acqua, tutto noi sappiamo che non vi è nulla di difficile, ma se sostituite l’acqua con dell’olio noterete che la depressione da fare succhiando è maggiore questo dipende dalla viscosità differente dei due fluidi. Parlo di fluidi e non di liquidi perché anche i Gas sono dei fluidi, ma non divaghiamo.

Ormai la stragrande quantità di olio motore sono quasi tutti multigrade (multigrado) questo per cercare di proteggere, lubrificando adeguatamente anche a basse temperature tutti quegli organi che senza lubrificazione farebbero una brutta fine. Esistono anche oli “monogrado” ma sono di vecchia concezione come i minerali oppure per utilizzi specifici, come l’olio per le sospensioni.

Qui ci sta una tabella per darvi un’idea

La domanda che mi venne in mente da bambino la prima volta che mi spiegarono la differenza è; “allora perché non prendere un 0w60? È l’olio motore migliore che esiste. Sì e no, dipende sempre dal veicolo e dalle condizioni di utilizzo. Nessuno mi vieta di andare in moto per esempio a Bolzano il 5 di gennaio, a parte la neve, o di andare il 30 luglio a Lecce, salta subito in mente la grandissima differenza di temperature ed ecco qui il perché esistono tutte queste gradazioni.

Quindi, quale olio usare? Beh intanto iniziamo a dire che ogni mezzo viene pensato e quindi progettato con un tipo di olio e con determinate caratteristiche (ACEA – API – MB ecc…), dalle quali non bisogna mai scendere al di sotto, queste caratteristiche tecniche minime sono sempre segnate nel libretto di uso e manutenzione come anche le gradazioni e li si da la possibilità di scegliere, facciamo un esempio:
Sul libretto di uso e manutenzione del mio ducati Monster S2r800 ci sta scritto

Viscosità

10w40

Le altre viscosità indicate in tabella possono essere usate se la temperatura media della zona d’uso del motociclo si trova nei limiti della gamma indicata.

A Roma per via delle temperature medie “miti” e al mio utilizzo sporadico in pista la scelta migliore è stata sul mio ducati un olio 15w50

Questo vi fa capire che potete scegliere la gradazione SAE che più si addice al vostro clima e anche ricordiamoci utilizzo che farete del propulsore, perché se un mezzo viene usato in pista serve sempre la copertura più ampia alle alte temperature che in pista si avranno, quindi da un 10W40 magari un 15w50 o addirittura 60 è la scelta più ponderata da fare….

Ovviamente il discorso che sembra così semplice si complica prendendo in esame i singoli prodotti che ovviamente differiscono anche se di pochissimo. Ma non state a scervellarvi troppo…

Torna alla sezione TECNICA

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*