Le migliori Lampade a LED in base al faro

Cougar34/ Gennaio 24, 2019/ Tecnica/ 0 comments

Le migliori lampade a LED in base al faro

In questo articolo vi darò le linee guida e suggerimenti per scegliere la migliore lampada a led per la vostra auto o moto.

Di lampade a led ce ne sono di tanti modelli e per tutti i gusti, l’importante che non compriate quelle con i led messi alla rinfusa, queste sono inutili oltre che pericolose: non illuminano affatto.

Le lampade a led hanno il grande vantaggio, a confronto delle normali alogene a filamento, di durare anche 40.000 ore a confronto alle 1.500 ore delle alogene.
La luce emessa ha un range di lunghezza d’onda molto ristretto (non vi sono ne infrarossi ne ultravioletti).
Altri punti a favore sono la luminosità nettamente superiore con assorbimenti di corrente inferiori e bassa emissione di calore, quindi scalderanno meno il faro e consumeranno meno corrente.

Per via di questo minor assorbimento di corrente alcune auto moderne potrebbero segnalarvi una anomalia.

Per risolvere questo problema leggete l’articolo: Problema luci a LED ed errore CANBUS 

Il vero punto a sfavore per le lampade a LED è l’ingombro: sono più grandi delle tradizionali alogene, per via dei dissipatori di calore, che devono avere, e delle centraline che le controllano, che in molti casi sono esterne al corpo lampada.

Andiamo a vedere cosa dobbiamo guardare per comprare la lampada giusta.

Esistono tantissimi tipi di lampade: H1 – H7 – H4 – HIR2 – H3 – HB4 ecc. ecc.
La prima cosa che dobbiamo vedere è il tipo di lampada alogena che dobbiamo sostituire con quella a LED.
Il codice della lampada lo troverete sul libretto uso e manutenzione del vostro mezzo oppure sulla lampada stessa.
Sembrerà scontato, ma sempre meglio scrivere una cosa in più che una in meno.
Usare la lampada esatta serve perché ognuna ha un attacco ben preciso e deve avere il filamento o i led in un punto ben definito, che coincide con il punto di fuoco della parabola del faro. Ecco il perché le lampade tempestate di led non illuminano: fanno luce dove non serve e poca dove serve.

Il dissipatore di calore è la seconda cosa da scegliere e deve essere scelto in base allo spazio disponibile e al luogo dove andranno messe le lampade.
Ci sono dissipatori di calore attivi e dissipatori passivi, tutti e due normalmente posti sul retro della lampada.

I led ad alta potenza fanno tantissima luce, ma devono anche essere raffreddati, ecco perchè la presenza di un dissipatore di calore è d’obbligo.

Il dissipatore di calore passivo è da preferire quando si ha molto poco spazio dietro alla lampada, soprattutto quello fatto in maglia metallica che può essere piegato liberamente.
Il dissipatore passivo può essere scelto se la lampada sta in un posto areato; non ama luoghi molto caldi, come potrebbe essere il cofano di una auto, vuole aria fresca per essere efficiente, pena: il led si surriscalderà ed emetterà meno luce e le temperature alte accorceranno la sua vita.

Il dissipatore di calore Attivo è formato principalmente da una ventola che convoglia l’aria per raffreddare il corpo lampada. Questo tipo di dissipatore è più performante, ma anche più ingombrante e ovviamente più rumoroso, ma può essere messo in luoghi più caldi.

Adesso analizzeremo, in base al tipo di faro che abbiamo, il tipo di led da preferire.
Ci sono tantissime tipologie di led, ma analizzeremo le lampade in base alle dimensioni fisiche del led non al tipo, per semplificare il discorso al massimo.
Infatti la differenza più importante è la grandezza del led stesso, in base a questa e al tipo di faro avremo un fascio luminoso più o meno definito.

Molto spesso i led COB sono i più grandi mentre gli ZES o CSP i più piccoli.

Se avessimo un faro lenticolare allora una lampada con led grandi (larghi) tipo COB andrebbe benissimo.


Differenti tipi di fari








Più la parabola del faro è grande più i LED da scegliere saranno piccoli e viceversa.
Con fari grandi è meglio scegliere lampade con led che si avvicinino sempre più alle dimensioni del filamento di tungsteno della lampada alogena.

Con dei led molto piccoli montati su una parabola normale avremo un fascio luminoso molto più preciso e delineato a confronto ad una lampada con LED di grandi dimensioni.

Ultimo scelta da fare è il colore del fascio luminoso.
Il colore della luce emessa viene misurato in gradi Kelvin (°K).
Le lampade a led Possono essere di varie temperature di colore: 3000°K – 4300°K – 5000°K – 6000°K – 8000°K

Io consiglio di non prendere lampade con temperatura di colore sopra i 6000°K tipo 8000°K o più: la luce troppo fredda non illuminerebbe bene la strada in caso di pioggia.
Il colore infatti non deve essere scelto solo in base al gusto personale, ma ha anche importanza per la nostra sicurezza.
Lampade a 3000°K (Giallo) sono ottime in caso di pioggia e nebbia, infatti vengono messe ai fendinebbia.
Lampade a 6000°K (Bianco molto freddo, azzurrato) hanno una ottima penetrazione e danno il massimo in caso di sereno.
Le lampade a 4300°K (Bianco caldo) e 5000°K (Bianco Puro) vanno bene un po’ per tutto ma sono molto difficili da trovare.

Ultimamente sono uscite anche lampade bicolore, molto utili soprattutto sui fendinebbia.
Queste lampade hanno due file di led con diversa emissione di colore che vengono accesi separatamente o insieme per avere la temperatura di colore più performante in base alle condizioni meteorologiche.

   

Altra cosa a cui fare caso sono i LUMEN, che è la misura della luminosità della luce, più sono alti e più luce farà la lampada.

Una lampada alogena da 55w di solito emette 1500lm ( nelle specifiche delle lampade a led in vendita questo dato viene esagerato) per questo consiglio, generalmente, di scegliere lampade a LED con luminosità non inferiore a 7000lm: al di sotto non avreste un sostanziale aumento di luminosità a confronto alla lampada alogena e rimarreste delusi dall’acquisto.

Qui trovate tutte le lampade che volete. Buona scelta!

Ricordiamoci che una volta montate le lampade a led andrà controllato l’orientamento dei fari per avere un fascio ben regolato che eviti di abbagliare.

Torna alla sezione TECNICA

Share this Post

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*